L’attività di Leonardo in Lombardia comincia nel 1482, quando entra a far parte della corte di Ludovico il Moro. Con l’ambiente milanese intreccia da subito un rapporto fecondo, ricco di stimoli artistici e soprattutto scientifici. A testimonianza di quegli anni risalgono tantissime delle annotazioni e dei disegni che l’artista aveva realizzato per documentare le sue indagini sulla conoscenza del mondo della natura.

Le grandi opere del periodo milanese

A Milano Leonardo riceve importanti commissioni. La prima è quella dei Confratelli dell’Immacolata Concezione, che lo incaricano di dipingere la Vergine delle Rocce nella tavola centrale per l’ancona destinata alla cappella della confraternita di San Francesco Grande.

Su una delle pareti minori del refettorio nel convento domenicano di Santa Maria delle Grazie affresca l’Ultima Cena, commissionatagli dal Moro per cui realizza anche il ritratto della sua favorita, Cecilia Gallerani, nel dipinto Dama con l’ermellino.

Nel 1498 Leonardo viene incaricato dalla corte milanese di decorare la Sala delle Asse nel Castello Sforzesco. Collocata al piano terra della torre posta a nord-est, la Sala è decorata da un fitto intreccio di motivi arborei, dove tronchi nodosi, foglie e radici tra le rocce sembrano annullare e sostituirsi alle strutture architettoniche. La decorazione ha una incredibile forza dinamica, simile a quella che la natura sprigiona nel mondo reale.

La Sala delle Asse del Castello Sforzesco

In restauro dal 2013, la Sala delle Asse viene eccezionalmente riaperta al pubblico fino al 12 gennaio 2020 grazie alla mostra Leonardo mai visto, centro del programma “Milano e Leonardo 500”, che si compone di tre percorsi espositivi.

L’itinerario Sotto l’ombra del Moro. La sala delle Asse, permette di ammirare una delle più spettacolari opere di Leonardo e, attraverso un’installazione multimediale, i visitatori possono scoprire come Leonardo abbia qui sviluppato il suo concetto di imitazione della natura.

Nella Sala dei Ducali è allestita, fino al 18 agosto 2019, la mostra Intorno alla Sala delle Asse. Leonardo tra Natura, Arte e Scienza, una selezione di disegni originali di da Vinci e altri maestri del Rinascimento. I disegni realizzati con penna e inchiostro su carta, provenienti dalla Royal Collection, comprendono studi di botanica, di anatomia e vedute paesaggistiche.

Nella Sala delle Armi è invece allestito fino al 12 gennaio 2020 il percorso multimediale Leonardo a Milano, un tour virtuale della città che ricrea i luoghi frequentati da Leonardo. Luci, suoni e ologrammi accompagnano il pubblico alla scoperta di spazi urbani, residenze aristocratiche, edifici sacri vissuti dall’artista per vent’anni, fino a giungere al luogo dove Leonardo abitava e amava condurre i suoi studi nei più diversi campi della conoscenza.

Al termine della mostra Leonardo mai visto, nella Sala degli Scarlioni, è possibile vedere un contenuto esclusivo tratto da “Io, Leonardo”, il nuovo film d’arte Sky e Progetto Immagine al cinema dal 26 settembre.