Il 2019 è l’anno di Leonardo da Vinci: a 500 anni dalla sua scomparsa, è forte il fermento culturale per le celebrazioni della ricorrenza, un’occasione unica per riscoprire la complessa figura dell’artista e omaggiare il suo genio straordinario.

Personaggio affascinante ed eclettico, Leonardo da Vinci (1452 – 1519) è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità. Il suo ingegno è oggetto di un intero anno di celebrazioni, in occasione del cinquecentenario della sua morte.  Moltissime le iniziative artistiche e culturali attraverso cui riscoprire la complessa figura dell’artista, da sempre avvolta in una suggestiva aura di mistero.

Tra i tanti omaggi, la pellicola prodotta da Sky e Progetto Immagine, del regista Jesus Garces Lambert Io, Leonardo: un incredibile racconto alla scoperta dei mille volti di Leonardo da Vinci, uomo, artista, scienziato e inventore. Attraverso un’esperienza unica e coinvolgente nella mente del genio, con una prospettiva inedita, il film porterà gli spettatori a conoscere anche l’uomo dietro il genio, grazie alla sorprendente interpretazione di Luca Argentero.

Un intellettuale cosmopolita

Dotato di un’insaziabile curiosità, riflessivo, arguto e innovativo, dallo stile elegante ed eccentrico, Leonardo è considerato per la vastità dei suoi interessi, l’irripetibile manifestazione del Rinascimento più autentico e prolifico.

Non essendosi mai legato ad alcuna città, Stato o principe, Leonardo incarna perfettamente l’ideale dell’intellettuale cosmopolita di matrice umanistica, simbolo e archetipo del ‘cittadino del mondo’.

Un artista poliedrico…

Formatosi presso la bottega di Verrocchio, Leonardo si occupò di architettura e scultura, fu pittore, disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, progettista e musicista. Celebri sono alcuni tra i numerosi dipinti realizzati da Leonardo, come La Gioconda e L’ultima cena. Per dipingere quest’ultima l’artista riprese la secolare tradizione fiorentina dei cenacoli, reinterpretandola in modo estremamente originale.

Autore di opere iconiche e immortali (chi non conosce La Gioconda, o L’Ultima Cena?) Leonardo fu l’artefice di importanti innovazioni pittoriche, come quelle che rivoluzionarono la rappresentazione della figura umana e accrebbero la verosimiglianza della rappresentazione prospettica. Intuizioni figlie del suo essere un instancabile osservatore della Natura.

“La Pittura è Scienza, nipote di Natura e parente d’Iddio”

…e un inventore geniale

Il mito di Leonardo da Vinci è andato ben oltre la sua realtà storica, per divenire nell’immaginario collettivo il simbolo stesso della genialità umana. Leonardo fu un inventore fecondo e visionario, a lui si devono alcune tra le più ingegnose innovazioni tecnologiche della storia, tra cui: l’elicottero, il paracadute, la muta da immersione, il carrarmato e persino il primissimo esemplare di robot, un cavaliere in armatura germanica interamente meccanico.

Per scoprire i molteplici interessi di Leonardo e conoscere da vicino l’uomo, oltre al leggendario artista, l’appuntamento è al cinema dal 2 ottobre con Io, Leonardo, una straordinaria esperienza nella mente del genio vinciano.